RESIDENTIAL REGISTRATION

La cittadinanza dell’UE è riconosciuta automaticamente a tutti i cittadini degli Stati membri dell’Unione europea e si aggiunge a quella nazionale senza sostituirla permettendo l’accesso a tutta una serie di diritti condivisi.

Secondo quanto sancito dallla Direttiva europea 2004/38 uno dei diritti dei cittadini europei è proprio la libera circolazione delle persone all’interno degli stati membri, che si tratti di lavoratori, studenti, disoccupati, inattivi, ecc.

Per questa ragione i cittadini dell’UE che soggiornano in Belgio per meno di tre mesi non hanno bisogno di un permesso di soggiorno e nemmeno l’obbligo di iscrizione presso le autorità locali. Tale iscrizione diventa invece obbligatoria nel momento in cui il soggiorno si prolunghi oltre i tre mesi.

Per iscriversi è necessario recarsi all’Ufficio stranieri del proprio comune di domicilio e portare una serie di documenti. I documenti richiesti variano da comune a comune, la lista qui di seguito serve a dare un’idea orientativa:

  • un documento d’identità valido (carta d’identità o passaporto);
  • il contratto di affitto;
  • il contratto di lavoro, nel caso dei lavoratori dipendenti;
  • un documento attestante l’affiliazione presso un’assicurazione sociale (caisse d’assurance sociale) nel caso dei liberi professionisti;
  • un certificato che attesti l’iscrizione presso una scuola o università, nel caso degli studenti;
  • un documento attestante che il richiedente disponga di mezzi economici sufficienti (al proprio mantenimento) nel caso di persone che non possiedano un’entrata fissa o che questa sia inferiore al minimo annuale (per esempio un estratto conto a proprio nome o a nome di un genitore);
  • due foto tessera;
  • la carta dell’assistenza sanitaria europea (TEAM);
  • il certificato di matrimonio, nel caso di persone sposate;
  • il certificato di nascita dei figli, nel caso ve ne siano.

N.B.: qualsiasi tipo di documento deve essere redatto in una delle lingue ufficiali del Belgio (nelle Fiandre il fiammingo, in Vallonia il francese, mentre nei comuni di Bruxelles sono accettate entrambe) o tradotto da un traduttore giurato nel caso in cui sia scritto in un’altra lingua.

La registrazione può avere diversi esiti:

  1. a) se si è in possesso di tutti i requisiti necessari si riceverà da subito un attestato di registrazione (attestation d’enregistrement) valido 3 anni sottoforma di annexe 8 o di carta d’identità elettronica (ottenibile al prezzo di 20€ circa) detta anche carta E.

Tale carta alla sua scadenza (dopo 5 anni) a condizioni invariate sarà sostituita con una carta E+ (o dall’annexe 8bis) corrispondente ad un permesso di soggiorno permanente.

“A condizioni invariate” significa che nel caso di un lavoratore egli dovrà dimostrare di avere ancora un’occupazione e nel caso di un cittadino inattivo di soddisfare determinate condizioni: di essere alla ricerca di un lavoro e poterlo dimostrare; di essere appetibile per il mercato del lavoro locale (possedere una certa formazione, conoscere la lingua locale ecc), avere risorse sufficienti al proprio mantenimento. 

  1. b) nel caso in cui la situazione del richiedente fosse invece da verificare egli riceverà un documento provvisorio (annexe 19) che una volta verificata (o trascorsi 6 mesi di tempo) verrà sostituito dall’attestazione di soggiorno per tre anni (annexe 8 o carta d’identità elettronica).

Mediante l’iscrizione in comune si ottiene l’assegnazione di un numero nazionale, indispensabile per accedere a tutta una serie di servizi.

In seguito all’avvenuta iscrizione, la polizia si occuperà di verificare le informazioni dichiarate (correttezza dell’indirizzo nonché numero degli abitanti della casa). È dunque importante scrivere il proprio nome sul citofono, in modo che gli agenti siano in grado di rintracciare l’interessato. Nel caso in cui gli agenti non trovassero nessuno in casa per verificare, lasceranno un avviso nella cassetta della posta con delle nuove istruzioni da seguire.

Per maggiori informazioni ecco l’elenco dei 19 comuni di Bruxelles con i rispettivi siti internet:

 

Consulta le altre sezioni del nostro vademecum Vivere in Belgio.

News

Marcinelle, per non dimenticare.
Datum: 09/08/2019
Famiglie Oltre Confine
Datum: 12/06/2018
VITALIA Magazine
Datum: 01/03/2018